Toggle Nav
open icon

Cosa posso acquistare con il bonus mobili 2018?

Bonus mobili 2018: fino al 31 dicembre 2018 chi acquista mobili ed elettrodomestici può detrarre il 50% dei costi fino a 10 mila euro.

L’iniziativa nasce per favorire la riqualificazione immobiliare ed energetica, un aiuto pensato appositamente per famiglie e giovani coppie che vogliono cambiare il vecchio arredamento e arredare la propria casa secondo i propri gusti e le nuove tendenze 2018.

Un motivo in più per rimodernare casa, per cambiare quel divano che, ormai vecchio, è diventato così scomodo, per acquistare finalmente, la cucina che tanto abbiamo sognato e perché no? Rimodernare la zona living, così di tendenza oggi, il tutto naturalmente completato con un’illuminazione abbinata al nuovo stile.

L’agevolazione, dedicata al Bonus Mobili 2018 ha ricevuto un’importante proroga in riferimento all’ultima legge sul bilancio, un aumento della tempistica a disposizione che coinvolge tutti gli acquisti effettuati, e da effettuare, durante l’anno corrente, però avrà diritto all’agevolazione solo chi ha realizzato o sta per realizzare un intervento di ristrutturazione edilizia dal 1 Gennaio 2017, farà fede la data di inizio lavori.

La detrazione IRPEF va calcolata su un’importo massimo di 10 mila euro, ripartita per 10 quote annuale di pari importo per un valore del 50% sull’acquisto di arredamento e di grandi elettrodomestici di categoria A+, ad esclusione dei forni per i quali è compresa anche la classe A.

Cosa posso acquistare?

É possibile avere la detrazione per l’acquisto di arredamento per la casa ed elettrodomestici nuovi. Alla prima categoria appartengono cassettiere, armadi, letti, scrivanie, credenze, materassi, librerie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone e per finire gli apparecchi luce che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

Infatti si può usufruire della detrazione Bonus Mobili anche per l’acquisto di lampadari e lampade, e per beneficiarne vi basterà effettuare il pagamento dell’articolo tramite bonifico o con carta di credito, conservare la fattura e presentarla in fase di dichiarazione dei redditi al vostro commercialista.

Questa tipologia di detrazione si può ottenere indicando le spese sostenute all’interno delle propria dichiarazione dei redditi. C’è anche una novità per il Bonus Mobili: nelle spese detraibili rientrano anche quelle sostenute per il trasporto e il montaggio dei mobili o grandi elettrodomestici acquistati a patto che vengano saldate con bonifico o con bancomat o carta di credito.

Ulteriori informazioni sul bonus le potete trovare nella Guida pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate